Sono cresciuta  tra essenza di trementina  e pennelli. Ricordo abbozzi  su tele  grezze  e penso a mia madre mentre mischia colori e dona vita ai suoi quadri, capacità a me negata. 

Fotografo perché non ho mano per la pittura,  e lo faccio da  oltre trent’anni,  sempre con la curiosità e l’emozione per qualcosa che non mi aspetto. Proprio per questo non posso dire di avere argomenti o soggetti preferiti,  mi lascio  “tentare” dalle sensazioni del momento.